Creare liste civiche e proporre nuove alleanze sono il tentativo di una classe politica oramai morente che crede di poter confondere e raggirare i Cittadini.

Un metodo banale per cercare di far dimenticare i misfatti perpetuati per anni da strutture di partito fallimentari e da politici locali che presumono di essere astuti.

Si avvicinano le elezioni comunali ma la tendenza è sempre la stessa.

Spariscono i simboli di partito di alcuni candidati che si convertono a nuove e improbabili liste civiche, si sviluppano nuovi e fantomatici progetti politici di instabili alleanze, e ultima moda, fioriscono raccolte firme per istanze di cittadini che dovrebbero far valere i loro diritti non solo a ridosso delle elezioni.

Queste liste non son altro che le scatole cinesi dei partiti dove poter nascondere i simboli attraverso gli stessi uomini di partito e i soliti volti di politici inefficaci. Gli stessi politici che non si vergognano a ripresentarsi sotto quelle civiche inneggiando il cambiamento o che pur presentandosi con simboli della vecchia politica gridano a gran voce di essere il cambiamento e di essere pronti a governare.

Tutto questo causa solo una endemica ingovernabilità delle realtà locali. Le alleanze costruite sulla sabbia raramente arrivano a fine mandato perché si autoannientano per le liti interne e i giochi di potere, se non addirittura per vendette trasversali di partiti allo sbando.

A rimetterci in tutto questo son sempre e solo i cittadini che li hanno votati e l'intera comunità. Cittadini che hanno magari votato programmi e idee, ma che si sono ritrovati a votare l’amico dell’amico che promette e non mantiene.

Ritenevano che la politica fosse ad esclusivo appannaggio dei “professionisti della politica” e che pertanto i cittadini comuni non sarebbero stati in grado di governare, e ci troviamo invece ad essere emulati sia nei programmi che negli strumenti di comunicazione oppure avvicinati di persona o nei social nel tentativo di cercare un improponibile accordo che porti voti e poltrone.

Questa è la dimostrazione che il percorso che stiamo segnando è quello giusto per arrivare al vero cambiamento e che mischiarsi a questi ridicoli minestroni non sarà mai una scelta etica e morale.

La nostra partecipazione alle amministrative avverrà attraverso una sola lista forte e indipendente, senza nessun accordo con qualsiasi altra forza politica.

Ci sarà tempo per il confronto nei luoghi preposti, il Consiglio Comunale e le Commissioni, ma dopo le elezioni e sotto l'occhio vigile della cittadinanza. Nel frattempo continueremo a sbattere gentilmente la porta in faccia a questi “professionisti della politica” e non parteciperemo ai loro giochi di potere perché saremo impegnati ad essere vicini ai Fontenovesi

#NOISIAMOPRONTI per amministrare insieme ai Cittadini il nostro Comune di Fonte Nuova


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna